Con KNX, lo Smart Metering è una realtà

Rilevamento e ottimizzazione dei consumi energetici

Smart Metering significa „misurazione intelligente“. Uno Smart Meter sistemato nella cantina sostituisce il tradizionale contatore elettrico, ma contrariamente a quest’ultimo indica su un display le quantità di elettricità, acqua, gas e gasolio consumate, contribuendo così a un utilizzo più parsimonioso e più efficiente dell‘energia. Reti elettriche intelligenti, le cosiddette Smart Grids, indicano inoltre al consumatore quando sono presenti dei picchi energetici favorevoli. 

Al fine di una maggiore trasparenza nei consumi energetici, lo Smart Meter o il contatore digitale del consumo domestico rileva ed elabora tutti i dati di rilievo, stabilendo così un nuovo criterio di efficienza nell’utilizzo e nel risparmio di energia. Grazie al contatore digitale interno, il cliente può tener d’occhio i consumi del proprio immobile e gestirli con maggiore oculatezza. Se per esempio il proprio impianto solare sta producendo parecchia corrente, conviene mettere subito in funzione la lavatrice o la lavastoviglie. 

Il contatore energetico KNX, in abbinamento con un gateway dati, costituisce la base dello Smart Metering. Il contatore registra il consumo energetico di tutte le utenze elettriche collegate e trasmette le relative informazioni al gateway dati. Qui l’utilizzatore ed eventualmente l’ente fornitore dell’energia possono richiamare in qualsiasi momento i dati di consumo correnti. In tal modo, KNX è già oggi di ausilio agli utilizzatori nella gestione efficiente degli edifici. La misurazione riguarda valori di corrente e tensione, oltre ad altre grandezze elettriche come potenza attiva, potenza apparente e potenza reattiva, fattore di potenza e frequenza. In un sistema KNX, attraverso l’uso di interfacce ECA (Energie Cost Allocation), è altresì possibile integrare contatori M-Bus o ad impulsi, anche indipendentemente dal produttore.

 
Smart Metering mit KNX ist bereits Realität

Fonte grafica: ABB

Influenza sul comportamento al consumo

Le intuitive rappresentazioni grafiche consentono al cliente di leggere i valori di consumo rilevati e di ottimizzare il proprio comportamento di conseguenza. Ne risulta una gestione energetica personalizzata, attiva e completa che prevede anche la raccolta dei dati e la loro comparazione nel corso degli anni. Ma oltre a ottimizzare l’uso dell’energia, il „tachimetro dell‘edificio“ serve a fornire utili indicazioni sulle modalità di funzionamento degli impianti domestici. 

Nell’uso pratico, i dati registrati dai „contatori intelligenti“ e la loro rappresentazione grafica hanno già rivelato alcune fonti di errore a livello di impianti domotici. Ad esempio, è capitato che una valvola di ritegno non fosse regolata correttamente e che lo scaldabagno cedesse calore anche all’impianto di riscaldamento, oppure che un sensore ambientale non pilotasse il giusto regolatore di ventilconvezione (fan coil). Si tratta di situazioni particolari che, in assenza di una visualizzazione e di una trasparenza dei dati, possono causare un impercettibile quanto inutile consumo energetico durante l’intero ciclo di vita di un edificio.

 

Smart Grids

Sotto il profilo energetico, le nostre case non funzionano come entità a se stanti, bensì inserite in una rete di distribuzione elettrica nazionale e internazionale. Ma questa situazione sta vivendo dei grandi cambiamenti. Le grandi centrali elettriche non godono più di alcun monopolio sulla generazione di energia, venendo essa sempre più decentralizzata per l’apporto di un gran numero di piccoli e grandi impianti solari, eolici e a biomassa installati in case private, fattorie o sui tetti di capannoni industriali. I consumatori diventano quindi anche produttori di elettricità che immettono nella rete di distribuzione. Tuttavia, allo stato tecnologico attuale le reti elettriche non sono ancora pronte per una produzione decentralizzata di energia. 

Le moderne reti devono essere intelligenti, interconnesse e in grado di comunicare anche con gli edifici per lo scambio di dati inerenti alla domanda e all’offerta di energia. Lo sviluppo delle cosiddette Smart Grids, ovvero delle reti intelligenti, è dunque imprescindibile. Le Smart Grids rendono possibile perfino la comunicazione diretta tra utenze e rete di distribuzione dell‘energia. In tal caso, il gateway dati comanda singole parti dell’impianto e ne ottimizza l’esercizio in funzione dell‘utilizzatore. In situazioni critiche diventa così possibile prelevare o immettere in rete forti carichi di corrente a seconda della domanda del momento. Anche questo concorre a ottimizzare i consumi e ad aumentare l’efficienza energetica.

 

KNX Swiss

KNX Swiss Ufficio
Technoparkstrasse 2
CH 8406-Winterthur

Tel.  +41 52 202 72 60
E-Mail: knx@knx.ch

Media Channels

Twitter
Facebook