Nozioni tecniche di base sul sistema KNX

Smart home and building solutions

Global. Secure. Connected

La topologia KNX

basata su cavo twisted-pair (cavo a doppino intrecciato)

La più piccola unità di installazione è un segmento di linea che, a seconda dell'alimentazione di tensione, racchiude un certo numero di dispositivi, solitamente 64 per ciascuna linea. Qualora una rete KNX richieda un maggior numero di dispositivi, ciò comporta l'aggiunta di altre linee.
La gerarchia è così articolata:

  • Linea (segmento singolo)
  • Linea principale (unisce più linee in un'area)
  • Linea settoriale (unisce più aree)

Ogni dispositivo riceve un indirizzo fisico derivante dalla linea e dall'area in cui tale dispositivo viene fisicamente installato. Con l'assegnazione dell'ultimo numero (livello utenza), l'integratore con il software ETS è libero; si raccomanda tuttavia la sollecita implementazione di una certa struttura. Troverete ulteriori informazioni al riguardo anche nelle Direttive di progetto KNX Swiss.

Linea

Topologia KNX: linea

Un'area con linea principale

Topologia KNX: area

Più aree

Topologia KNX: più aree

Confronto tra tipologia con Twisted Pair e KNX IP

Topologia con TP

La topologia KNX con Twisted Pair

Topologia con IP

Topologia KNX con IP

Tracciato della linea KNX

Sempreché la loro tenuta all'isolamento sia identica e nell'installazione si sia tenuto conto delle norme NIN (CENELEC), i cavi twisted-pair specifici per sistema KNX possono essere posati assieme a linee di potenza nel medesimo tubo. È inoltre necessario, sempre in ottemperanza alle disposizioni delle norme NIN, attenersi alla separazione della disposizione delle prese di derivazione.

Tracciato della linea KNX
KNX-Aktoren steuern Licht und dimmen LEDs in Einzel- oder in Szenenschaltung.

La comunicazione KNX

L'indirizzo di gruppo KNX

L'indirizzo di gruppo, definito anche "telegramma", combina le funzioni dei vari dispositivi. Ogni funzione richiede un indirizzo di gruppo. Il tasto trasmette un telegramma sulla linea bus e gli attuatori parametrizzati su tale telegramma ne riconoscono le informazioni e provvedono a comandare luci, veneziane ecc.

Funzionalità

Utenze controllabili con il sistema KNX

In origine, il termine "utenze" stava ad indicare il volume di opere, forniture e servizi nel settore edile. Da esso sono state tratte le denominazioni delle singole sottoaree in uso nell'automazione degli edifici, tra cui:

Solaranlagen, Beleuchtung, Beschattung, Ladestationen für Elektrofahrzeuge usw. werden als Gewerke bezeichnet.

E molto di più!

Esempi di dispositivi KNX

KNX Lüftungsklappen Antrieb
KNX Flachkabel Aktoren für die dezentrale Montage
KNX Taster aus Holz und vielen weiteren Materialien sind im KNX Standard verfügbar
KNX Gateways vernetzen die KNX Techonolgie mit unterschiedlichsten Anwendungen

Lo standard KNX

Standardizzazione

Il logo KNX protetto identifica i prodotti compatibili.

Il sistema KNX è riconosciuto come standard internazionale (ISO/IEC 14543-3), come standard europeo (CENELEC EN 50090 e CEN EN 13321-1) e come standard cinese (GB/Z 20965). I prodotti KNX di produttori diversi sono combinabili reciprocamente; la loro intercollegabilità e interoperabilità è garantita dalla presenza del logo KNX.

Specifica KNX per produttori

Il logo KNX protetto identifica i prodotti compatibili.

La documentata specifica KNX interessa soprattutto i produttori che desiderano sviluppare interfacce o dispositivi KNX e copre tutti gli aspetti tecnici dello standard KNX, dal primo contatto con la tecnologia KNX fino alle descrizioni delle applicazioni, passando per norme e test di certificazione. Tale specifica è reperibile sul sito web della KNX Association.